• emma&gaia; idea outfit invernale; abito lungo in inverno; fashion influencer; jimmy choo bag; nira rubens boots

AFFINITY AUTONOMY: SONY ALLA DESIGN WEEK.

Permalink 0

Si è appena conclusa la Design Week e anche quest’anno Sony ha partecipato con una mostra proiettata al futuro grazie ad un progetto di robotica davvero suggestivo e sensoriale.
Il nome della mostra, “Affinity Autonomy“, si snoda attraverso un percorso sensoriale e di interazione tra uomo e “macchina”, un percorso dove intelligenza e tecnologia interagiscono sempre di più nella vita quotidiana, partendo da uno stadio primordiale fino ad arrivare ad una sinergia quasi “familiare”. 
Il progetto riguarda in modo particolare alle relazioni che si possono instaurare tra uomo e robot capaci di provare emozioni, con l’obiettivo di dimostrare all’essere umano che  i robot sono “vivi”, che provano emozioni e che ci può essere affinità tra di loro.
Il percorso espositivo, sensoriale e di interazione tra uomo e robot, si sviluppava attraverso 5 fasi, scopriamolo insieme.

Awakening: la prima zona intensifica la consapevolezza sensoriale attraverso la quale i visitatori fanno esperienza di un nuovo tipo di intelligenza, che si rivela sulle pareti attraverso luci e suoni e che li guida verso un futuro in cui viene rivelato come gli esseri umani interagiranno con i robot in modi inaspettati e imprevedibili.

Autonomous: questo ambiente esplora l’indipendenza e la reazione spontanea dei robot attraverso un braccio meccanico che assume il centro della scena: gli ospiti vengono rilevati autonomamente dal braccio nel momento in cui entrano. Ciò può portare i visitatori a porsi delle domande su ciò che provano e su come reagiscono a questa situazione. 


Accordance: si passa poi a una zona abitata da “sfere”, ognuna con una propria personalità distinta. Le sfere interagiscono, cooperano e agiscono in armonia tra di loro. I movimenti imprevedibili di questi robot possono dare vita alla creazione di comunità.

Affiliation: attraverso l’interazione continua con gli esseri umani, i robot evolveranno sia dal punto di vista intellettuale sia da quello emotivo – cosa di cui si potrà fare esperienza in quest’area. Incominciando a intuire questa relazione simbiotica, gli ospiti potranno immaginare un futuro in cui i robot sembreranno più “vivi”.


Association: nei prossimi anni, i robot avranno un ruolo essenziale nelle nostre vite, nella società e nelle infrastrutture. Nell’ultima parte del viaggio proposto dall’esposizione, sarà chiesto ai visitatori di esprimere i propri pensieri sul futuro dell’affinità in autonomia con i robot. 

 
Era il 1999, quando Sony lancio il primo Entertainment Robot: ‘AIBO’. Nel corso degli anni il brand ha cercato sempre più di sviluppare e accrescere la propria conoscenza e comprensione in tema di Intelligenza Artificiale. La mostra affonda le radici nelle credenziali di Sony in termini di evoluzione, emozione e comportamento dei robot che suggeriscono una capacità di apprendimento, crescita e sviluppo, in cui la relazione di “amicizia” con gli esseri umani gioca una parte importante.”  

Credits: Sony

FOLLOW ME HERE :

FACEBOOK
TWITTER ( @shadeoffashion )
INSTAGRAM : ( @iolandacorio)

No Comments Yet.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: