CALABRIA: UNA TERRA DA SCOPRIRE

Permalink 0

Anche quest’anno ho trascorso le vacanze estive nella mia terra d’origine,in Calabria, ma sono partita con uno spirito diverso.
Quest’ultimo e mezzo non è stato certo dei più facili e a dirla tutta non mi sono goduta a pieno le vacanze estive dello scorso anno, ma ho lavorato tanto su di me e sono arrivata fin qui… ho riacquistato la serenità di un tempo.
Così quest’anno, più degli altri anni ho deciso di partire con una valigia vuota, priva di aspettative, ma con la voglia di riempirla di ricordi, emozioni, paesaggi, profumi.. ho deciso di vivere la mia terra come se la vedessi per la prima volta… volevo meravigliarmi per ogni cosa e riscoprirla con occhi diversi.
La mia vacanza ormai è finita, ma mai come quest’anno, dopo tanti anni sono ritornata da quella terra con tantissime cose, tutte bellissime… come quando parti per luoghi sconosciuti e al ritorno hai quella nostalgia per tutto quello che hai vissuto e che ti porterai dentro, per sempre.

#NonVeniteInCalabria: Calabria tra bellezza e difficoltà.

I Calabresi hanno un cuore grande, grandissimo… e si, forse sono un po’ di parte, ma vi assicuro che è davvero così.
La Calabria è una di quelle regioni d’Italia meno pubblicizzata per il turismo, eppure vi assicuro che ha molto da offrire, paesaggi mozzafiato, panorami impensabili, spiagge bianche e, cosa non da sottovalutare tantissime prelibatezze tipiche di questa meravigliosa terra.
Se deciderete un giorno di andare in Calabria, sappiate che dovete armarvi di tanto, anzi tantissimo spirito di adattamento e dimenticarvi alcune comodità.
Per visitare bene diverse spiagge e scoprire tutti i luoghi che questa terra nasconde è indispensabile avere una macchina…quindi o decidete di noleggiarla in loco oppure preparatevi a viaggiare lungo l’autostrada del Sole.
Guardate il lato positivo del viaggiare in auto: potrete fare delle tappe e visitare altre località… e poi per me ha un non so che di affascinante viaggiare in auto, ascoltando musica, soprattutto se fatto con un’amica… è un’esperienza che vi consiglio di fare!

Calabria: Scilla e dintorni.

In Calabria ci sono moltissime spiagge, alcune più note, altre meno, ma vale la pena di scoprirle tutte.

Scilla (costa tirrenica): una delle spiagge più frequentate nella provincia di Reggo Calabria, dai turisti e soprattutto dai giovani, i vari lidi si alternano ai vari appezzamenti di soiaggia libera.
L’acqua è alta , il mare cristallino, la spiaggia è inizialmente sabbiosa, poi mano mano che ci si avvicina alla riva diventa sempre più rocciosa, fatta di sassolini.

Favazzina (costa tirrenica): una spiaggia molto piccola a 5 km dalla rinomata Scilla, presenta una spiaggia fine, fondali bassi e acqua cristallina. Completamente priva di lidi attrezzati, la spiaggia è tutta libera, non lontano dalla spiaggia però ci sono internamente al paese bare panifici.

Costa Viola (costa tirrenica): chiamata così per il colore blu intenso del mare, quasi tendente al viola, la spiaggia è do ghiaia sottile, fondale roccioso, mare blu. Solo lidi attrezzati, non ci sono appezzamenti di spiaggia libera.

Catona (costa tirrenica): paese alla periferia del Comune di Reggio Calabria, la spiaggia è principalmente sabbiosa, fondali rocciosi, acqua cristallina.

Cannitello (costa tirrenica): la spiaggia di Cannitello in realtà è molto lunga, perché si divide poi in varie frazioni (tra Cannitello e Villa San Giovanni), ci sono sia appezzamenti di spiaggia libera che lidi attrezzati. Qui le spiagge sono molto diversificate, in alcuni tratti e sabbiosa in altri la sabbia si fonde ad una ghiaia sottile, i fondali sono sempre rocciosi e le acque cristalline.

Marina di San Lorenzo (costa jonica): un’immensa distesa di sabbia finissima di un grigio perlato, i fondali sono rocciosi e l’acqua trasparente. I lidi attrezzati si alternano ad appezzamenti di spiaggia libera.

Pizzo Calabro (costa tirrenica): una delle spiagge più famose e fotografata della Calabria, soprattutto per via della citazione dantesca “E il naufragar m’è dolce in questo…” . La spiaggia molto lunga, di sabbia bianca e fine, con lidi turistici attrezzati e ristoranti. L’acqua cristallina con fondali principalmente sabbiosi.

Tropea (costa tirrenica): la più nota località calabrese turistica in assoluto. Spiagge bianchissime di sabbia finissima, lidi e spiagge libere si alternano, fondali di sabbia e acqua cristallina.

 

Calabria: non solo peperoncino e cipolle.

La Calabria, oltre che ad offrire incantevoli paesaggi è apprezzata anche per le sue bontà culinarie, quindi non solo peperoncini, ‘nduja e la famosa cipolla di Tropea.
Soprattutto nei piccoli borghi e nelle botteghe di una volta è possibile trovare pomodori secchi e melanzane sotto olio, con i sapori e i profumi di una volta, oppure i fichi secchi da accompagnare alla frutta secca.
Il pesce spada, dove la pesca con imbarcazioni speciali è una vera tradizione nello Stretto di Messina tra Villa San Giovanni e Cannitello, da non perdere la Sagra del pesce spada a Scilla.
La vicinanza con la Sicilia ha fatto si che alcuni cibi diventassero tipici anche di molte zone in Provincia di Reggio Calabria e Vibo Valentia, come la granita con la “brioscia”, gli arancini e le paste di mandorle.
Inoltre la Calabria è una zona molto ricca di uliveti, vigneti, piante di fichi d’India e piantagioni di agrumi, tra cui i bergamotti utilizzati non solo in cucina, ma soprattutto nel campo della profumeria per la sua particolare essenza. La zona di Reggio è una terra fertile per la coltivazione di un frutto chiamato annona, dal sapore molto particolare, dolce e dalla polpa morbida.
Non resta che dirvi che la Calabria e davvero una terra tutta da scoprire!

 

FOLLOW ME HERE :

FACEBOOK
TWITTER ( @shadeoffashion )
INSTAGRAM : ( @iolandacorio)

 

 

1 Comment
  • Angela
    ottobre 8, 2018

    ci sono stata un anno fa e mi sono innamorata subito di questa terra.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: