FASHION SYSTEM: ARRIVA L’ERA DEI CAMBIAMENTI REPENTINI

Permalink 0

Fashion system: inizia la rivoluzione.

Il fashion system ha sempre avuto ritmi frenetici, ma oggi lo è ancora di più e per quanto l’avvento delle nuove tecnologie possano essere state d’aiuto nel fashion system, dall’altra hanno portato ad una continua evoluzione e soprattutto accelerazione della comunicazione.
Il web, gli smartphone, i social  networks e in modo particolare Instagram, Snapchat e Periscope hanno reso maggiormente fruibile quel sistema che sembrava una volta accessibile a pochi eletti.
Altro elemento, ma non meno importante a rendere questo sistema moda così vicino a tutti è stata la nascita di una nuova figura lavorativa: quello dei fashion blogger.
I fashion bloggers sono onnipresenti:  il loro presenziare ad eventi speciali e sfilate e condividere poi sui socials le ultime novità ha avvicinato la moda ai comuni mortali.
Questa fruibilità e accessibilità dei luxury brand li ha resi più vulnerabili agli attacchi di plagio da parte dei marchi del fast fashion, soprattutto per quanto riguarda gli accessori che sono l’elemento chiave degli introiti dei brand di lusso.
I ritmi degli uffici stile delle varie case di moda sono già di per sé molto sostenuti dovendo lavorare in largo anticipo sulle nuove collezioni, e immaginate la delusione nel vedere le loro creazioni appesa da Zara o H&M poco dopo che questi capi hanno sfilato in passerella.
Da qui la necessità di far “sfilare” i capi dalle  passerelle direttamente negli store, ma questo comporta ovviamente un impiego di forze maggiori e di ritmi stressanti, soprattutto per i direttori creativi.
Il lavoro diventa insostenibile per i direttori creativi che oltre a doversi occupare di gestire tutti i loro input a di seguire tutto il processo creativo, devono soprattutto preoccuparsi di avere idee innovative, che piacciano e se non si riesce nell’intento la frustrazione è dietro l’angolo.
Da qui la decisione di alcuni brand come Burberry di presentare, a partire da Settembre 2016,  in un unico  evento che si terrà due volte l’anno a Londra, presentando insieme la collezione donna e la collezione uomo.
Anche Tom Ford non è rimasto a guardare, così dopo aver sospeso la presentazione della collezione prevista per la settimana della moda di New York dello scorso febbraio, ha annunciato che verrà presentato tutto a Settembre 2016 e la collezione sarà acquistabile nell’immediato.

FASHION-RULES-FEATURE-1-700x466

Fashion system: insoddisfazione o solo voglia di cambiamento?

I ritmi del fast fashion hanno penalizzato i brand di lusso, così da far crollare il tradizionale fashion system e a capo dei luxury brand c’è bisogno di persone coraggiose, business-oriented, che abbiano più a cuore il bilancio aziendale che il loro estro creativo.
Possiamo definire il 2015 come l’anno del cambiamento  per questo sistema moda che è diventato quasi bizzarro, imprevedibile e incomprensibile anche per gli addetti ai lavori.
Così tutti sui social a piangere e disperarsi per una serie di divorzi nel mondo della moda: la dipartita da Dior di Raf Simons, Hedi Slimane che lascia Yves Saint Laurent; Frida Giannini licenziata da Gucci per lasciare il posto ad Alessandro Michele, Alexander Wang che lascia Balenciaga per dedicarsi al suo brand ed Elbaz che lascia Lanvin, per citarne solo alcuni, insomma peggio di una tragedia greca.
Per non parlare poi delle perdite di colossi del fashion system, di nomi che hanno fatto la storia, soprattutto in Italia come Manuela Pavesi, Elio Fiorucci e Krizia.
Il sistema moda è cambiato, è un dato di fatto, ora i brand di alta moda si divideranno tra coloro che decideranno di correre dietro questa grande macchina chiamata marketing e coloro che invece sceglieranno, se pur con fatica di rimanere ancorati alle moda nel senso più tradizionale del termine.
Oggi ho voluto proporvi un editoriale diverso dal mio repertorio “tradizionale”, spero abbiate apprezzato, perchè in questo post c’è davvero tutto il mio impegno e la mia voglia di imparare qualcosa in più su questo sistema moda.
Un abbraccio,
Iolanda

022949a7fe65b260a15d09d52560af2a e8c6877cedfc3074_karl-lagerfeld-pope5 l.php

 FOLLOW ME HERE :

FACEBOOK
TWITTER ( @shadeoffashion )
INSTAGRAM : ( theshadeoffashion )
OVS PEOPLE: Guarda il mio Profilo

Salva

11 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: