TRA SPF E FOTOTIPI: COME SCEGLIERE LA PROTEZIONE SOLARE GIUSTA PER LA NOSTRA PELLE.

Permalink 0

Con l’arrivo della bella stagione, iniziamo a scoprirci di più con l’uso più frequente di top smanicati e pantaloncini e gonne senza calze. Ed è proprio a causa di una maggiore esposizione che dobbiamo porre maggiore attenzione alla pelle.
Questo perché la pelle è l’organo più esteso del nostro corpo e a contatto con l’ambiente esterno per questo è importante proteggerlo dal troppo sole che le può causare problemi come bruciature, spellature e anche di essere attaccate dal melanoma che può degenerare pericolosamente.
Tuttavia il sole è un aiuto importante anche per la salute delle ossa e del sistema immunitario. Quindi, per non perdere del tutto i suoi benefici ma evitando gli sconvenienti bisogna proteggere la pelle con una buona crema solare.

Crema solare: chimica o fisica?

La crema solare di tipo chimico deve avere il tempo di essere assorbita dalla pelle e agisce in maniera totale dopo una mezz’ora circa. La prima sensazione, tra l’altro, è di caldo, perché questa crema modifica l’effetto dei raggi UV trasformando la luce in calore. Ed è proprio questa reazione ad aumentare la temperatura della pelle.
Quella fisica invece funziona come uno specchio spalmato sulla pelle che riflette la luce. Viene fatta con delle micro-particelle di origine minerale, come l’argilla, che è anche nutriente, o l’ossido di zinco, insolubile in acqua, o il biossido di titanio, molto riflettente.
A differenza delle creme di tipo chimico, quelle minerali non cambiano la natura dei raggi solari, non producono calore e non penetrano sotto la cute. Si limitano invece a creare una patina riflettente che respinge i raggi ultravioletti, sia quelli di tipo “A” che quelli di tipo “B”. Da tenere a mente è l’importanza di scegliere una protezione solare minerale di una buona casa cosmetica come Lichtena per esempio, facendo attenzione alla nostra carnagione e al nostro fototipo.

 

Ma cosa e quanti sono i fototipi.

 

I fototipi sono sei e variano in funzione del tipo di carnagione indicando la nostra sensibilità al sole. Dal numero 1, se sei bionda e hai la pelle particolarmente delicata, al 4, se ti abbronzi facilmente, al 6, se non hai problemi di scottatura ed una pelle molto scura (potete trovare qui un test per scoprire il vostro fototipo).
È quindi importante vedere l’SPF di una protezione solare, il potere protettivo che la crema possiede o meglio quanto è in grado di fare da filtro ai raggi solari.
Avere un fototipo di tipo 6 tuttavia, non vuol dire passare sul fattore crema in quanto bisogna comunque fare attenzione ad esporsi al sole. Vorrà dire però che in questo caso può bastare un SPF 15 che lascia comunque passare al massimo il 7% dei raggi UV. Se invece il tuo fototipo è tra il primo e il terzo valore, ti conviene un SPF 30 o superiore che vada anche fino al 50, in modo da bloccare quasi tutti i raggi.

 

come proteggersi al sole, consigli beauty; beauty tips; proteggersi dal sole

12_calabria da amare; iolanda corio; top fashion blogger; bikini; libertà; pensieri loiberi 02_VACANZE IN TOTALE RELAX CON BACO DA SETA; 2bekini; 2bekini is my life style; in spiaggia; fashion influencer fashion ambassador; 2bekini ambassador; occhiali a specchio

 

FOLLOW ME HERE :

FACEBOOK
TWITTER ( @shadeoffashion )
INSTAGRAM : ( @iolandacorio)

2 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: